News & Updates

LA REGATA di Mario ( seconda parte)

  • 22 marzo 2020

LA REGATA DI MARIO : Seconda parte 

Nella prima parte abbiamo visto che Mario, un ottimo regatante, che ha messo a punto con dedizione e soldi una ottima barca, che si è preparato bene alla regata, studiando l’evoluzione meteo, le correnti, allenandosi sul campo il giorno precedente, arrivando presto sul campo il giorno della regata, controllando corrente e lato di bolina più veloce, partendo bene, con una ottima strategia sugli avversari migliori A, B e C, dopo la prima virata da mure a dritta a mure a sinistra è in testa di una lunghezza sugli avversari diretti.

. ( Forza Marioooooooo)

Mario sa che esiste una discreta corrente trasversale da sx a dx e che quindi il lato più lento del bordeggio di bolina è quello mure a dritta.

Se la corrente fosse costante su tutto il campo di regata, dovendo fare la stessa strada mure a sx che mure a dx per raggiungere la boa, si potrebbe anche trascurare la corrente, dedicandosi di più al controllo degli avversari, che subiscono la stessa corrente.

Mario però, ha bordeggiato sul campo prima della partenza ed ha visto che la corrente non è costante, ma diminuisce molto verso la boa di bolina.

Poichè la corrente influisce sul vento apparente, Mario sa che la conseguenza della diminuzione della corrente trasversale da sx a dx verso la boa, ha come effetto una rotazione del vento apparente a sinistra, e che quindi nella seconda parte del bordeggio conviene stare a sinistra.

Mario conosce anche il regime di brezza in Laguna, ne ha fatte tante di regate, sono le 13,30 ed è molto probabile che il vento giri a destra per effetto girasole.

Se così fosse, sarebbe notevolmente avvantaggiata la destra del campo, un bel salto di vento a destra mentre si è sulla destra del campo lo porterebbe in boa con un angolo strepitoso, polverizzando tutti quelli che in quel momento sono sulla sinistra.

Il dubbio se stare a destra o a sinistra esiste, ma ora è più importante controllare gli avversari !

Mario ripete nella sua mente i consigli dei suoi maestri …” se sei in testa, stai sempre tra la Boa ed i tuoi avversari” cioè se loro virano, vira anche tu ! Mantieni il vantaggio, non lasciare mai a loro la possibilità di navigare lontano da te in una zona del campo dove una rotazione favorevole del vento possa favorirli ed all’incrocio passarti ! Saranno loro poi a controllare te ! Ma gli avversari sono 3 A,B, e C, A è secondo B terzo C quarto.

A e B vanno a destra del campo e tu con loro marcandoli sopravento, mentre C tira lungo verso la sinistra ! Che fare ? Mario decide di stare a destra, ne marca 2 ed in più se il vento gira a destra come è probabile, arriverà primo in Boa con vantaggio !

A e B virano, Mario vira con loro in copertura, mentre C che ha navigato più sulla sinistra ha virato e viene verso l’incrocio, difficile capire la sua posizione..

A e B virano ancora per la destra.

campo_bolina

All’incrocio C ha recuperato ma ha le mure a sinistra ed è costretto a virare nuovamente per la sinistra.

Cavolo C ha recuperato quindi la sinistra si è confermata la migliore.

Siamo verso la terza parte della Bolina, che fare ? Andare a sinistra la favorita per il calo di corrente marcando C o restare a destra marcandone 2, sperando nella rotazione del vento di brezza ?

Cosa farà Mario ? E cosa fareste Voi ?

Il seguito nella prossima puntata di domani !

( Forza Mariooooooooooo)

Giacomo