News & Updates

Fortini 2018 : Leon in una giornata di grazia eccelsa, da una lezione a tutti di Vela al Terzo.

  • 2 maggio 2018

fortini

Fortini 2018 un capolavoro di regata di Brono Gasparon, in arte “LEON”, che alla giovane ( per lui ) età di 78 candeline vince, primo assoluto con il miglior tempo la “gincana” tra Boccalama ex Poveglia e Fisolo, una delle più belle regate del circuito, ma come ha fatto ?

Partenza con al solito un grande vantaggio a partire mure a sinistra.

Ancora ? Come la volta scorsa ? Nonostante le raccomandazioni ? Ebbene si ! Inutile esprimersi ancora, occorre parlare con le giurie, vedremo di farlo le prossime volte.

Leon parte nella solita “SCOVAZERA” mure a sinistra, dove tutti urlano “ACQUAAAAAAAAA” con la possibilità data dal regolamento ISAF, di stringere gli avversari da sottovento sulla Boa e buttarli fuori, Leon riesce a sverniciare la Boa senza essere buttato fuori, anche se qualcuno sottovento a lui avrebbe potuto farlo.

Il vento è leggerissimo e Leon fa un angolo di bolina “marziano”.

Noi su Rosso Veneziano facciamo una bella partenza, in boa, ma mure a dritta, facendo poggiare gli avversari, per poi sulla Lay Line di sinistra fare una sola virata per la boa (al contrario di tutti gli altri) per passare la boa a dritta.

Passa Leon primo alla boa e poi noi vicinissimi, il resto della flotta, nonostante la boa fosse vicinissima, sono distanti.

Parte il lasco per Boccalama, il vento è al giardinetto, con dei momenti di poppa piena dove il fiocco porta pochissimo.

Dico a Lucio di Montare la Trinca, la farfalla ci sta, saremo stati gli unici ad averla e con qual poco vento avremo distanziato tutti.

No no monto la Trinca , xe massa casin ! Lucio “Czzz” monta sta Azz de trinca il fiocco porta appena, altrimenti cosa l’ho portata a fare ?

No No monto la Trinca xe massa casin. De scotte etc … Lucio Monta la TRINCAAAAAAA !

Gente …. ammutinato !

Recuperiamo ugualmente su Leon, anche se lentamente, non insisto. Lucio AMMUTINATO continua a dire che sarebbe stato un “casin” ( X!”???/&%$£???).

Passiamo primi Boccalama leon a 5 lunghezze da noi, il bordo è al Dare Dosso, Leon comincia a recuperare inesorabilmente. Velocità e angolo sono superiori a noi, le provo tutte, ma nonostante la nuova Randa non riesco a tenerlo dietro, mi passa sopravento, dopo un tentativo di orzare al massimo che mi ha fatto fermare la barca.

Leon mure a sinistra di bolina stretta, come Siora Marisa non hanno rivali.

Mi prende lo sconforto, nonostante la nuova Randa, Rosso Veneziano mure a sinistra non va bene come le sue più agguerrite avversarie, forse la randa è troppo magra in alto. La barca non sbanda abbastanza.

Pazienza mi dico lo supero nuovamente al traverso nel ritorno. Al traverso sono più veloce di lui.

Nel bordo di bolina mure a dritta per passare Ex Poveglia siamo più veloci e recuperiamo un po’.

Diero di noi di bolina recupera bene Siora Marisa, ma è distante, come Sandra e Alice.

Dopo la strambata nel tratto Fisolo Boccalama il vento aumenta, recupero su Leon che va all’orza, provo a passarlo sottovento.

Purtroppo Il vento ora è sui 9 nodi e le barche ormai fanno la massima velocità di carena, e vanno uguali. Non riesco a passare Leon. Se ci fosse stato meno vento lo avrei passato agevolmente, la mia barca al traverso è nettamente più veloce, ma non con 9 nodi, era successo lo stesso alla Chioggia Venezia dello scorso anno.

Quando si raggiunge la velocità di carena, le barche più veloci sono quelle che hanno la lunghezza al fondo maggiore, ma a parità di lunghezza si va più o meno uguali.

Nel tratto Boccalama – arrivo è una bolina stretta, troppo corta per tentare un recupero.

Un grande Bruno Gasparon, che non ha sbagliato nulla, una gran barca Leon.

Sempre più dura in Classe Verde, la F1 della Vela al Terzo.

PS Lucio montala TRINCAAAAAAAAAAAAAAAA

NO ! Xe massa casin ! ( X!”???/&%$£???).

Un ringraziamento a tutti per la bella regata.

Giacomo