News & Updates

GRASSA o MAGRA ? La Randa al terzo è un oppppinione …

  • 4 ottobre 2016

Come molti velisti sanno, nell’andatura di bolina la forza che si genera sulla vela e che permette l’avanzamento della barca si chiama Portanza.

La portanza :

La vela, tagliando l’aria divide in due il flusso del vento,  creando una depressione sottovento che attira la vela e con lei la barca.  Più è grande la depressione più la barca è veloce .

Più la depressione è  grande più è veloce lo scorrimento del flusso di aria sottovento.

Il flusso d’aria sottovento è più veloce  se è laminare cioè non è turbolento.

Dunque il nemico della vela è la turbolenza !

grasse

Nell’andatura al dare-dosso in una randa MAGRA il flusso d’aria incontra l’albero generando turbolenza, mentre in una randa GRASSA l’albero avvolto dalla vela, genera molto meno turbolenza.

In generale, con vento  leggero una randa GRASSA è sempre più efficiente di una randa MAGRA,  ma lo è in particolare al  dare-dosso.

Con vento forte al contrario è la randa MAGRA che è più efficiente, perché il flusso d’aria sottovento ad una randa GRASSA si stacca prima dalla vela diventando turbolento .

Inoltre con vento forte la randa GRASSA fa aumentare di molto la componente della forza che fa sbandare la barca, costringendo l’equipaggio a lascare la vela.

Dunque di bolina fino a 5/6 nodi meglio la randa GRASSA oltre meglio la MAGRA.

A parità di randa, esiste un sistema per ingrassare o smagrire un po’ la vela tesando o mollando la vela sulle antennelle .

Tesando l’antenea de sora si porta un po’ di grasso in alto, su quello che si chiama bordo d’attacco, cioè dove il vento colpisce per primo la vela sottovento.

Quendo si cazza a morte la vela  questa si smagrisce un po’ anche al centro.

Il vento poi fa piegare l’antenea de sora,  riducendo il grasso che abbiamo portato in alto tesando la vela. Tesando la base della vela, questa si  appiattisce.

Per quanto detto sopra, con vento forte occorre tesare al contrario con vento debole mollare.

Ma ho sentito qualcuno che la pensa esattamente al contrario . In effetti mollando la tensione dell’antenea de sora e guardando la vela quando si è fermi, si vede che la randa è molto magra nella parte alta, ( nel bordo di attacco) questo fa pensare di aver smagrito la vela.

Tuttavia il grasso non può sparire nel nulla, il grasso si è spostato in basso, aumentando la “panza” della vela.

Quella “panza” con vento forte fa aumentare lo sbandamento, costringendo il timoniere a mollare di più.

 

Ma son sicuro che molti non saranno d’accordo … La Randa al Terzo e un opppinione …

 

Giacomo